Ecobonus 2020...

Chi sceglie di passare ad infissi certificati per il risparmio energetico ha diritto ad alcune agevolazioni fiscali.

SUPER-ECOBONUS 110%: se la sostituzione degli infissi viene abbinata ai cosiddetti interventi trainanti (cappotto termico, sostituzione caldaia, pompe di calore ecc…) e si permette all’immobile di migliorare di 2 classi energetiche, c’è la possibilità di portare in detrazione IRPEF l’intera spesa sostenuta. In questo caso il contribuente porterà in detrazione l’intero credito, maggiorato del 10%, che verrà rimborsato dallo Stato in 5 anni. Esempio: totale spesa per lavori (caldaia+infissi) € 25.000,00 – il contribuente avrà un credito fiscale di € 27.500,00 ripartiti nei 5 anni successivi, ovvero € 5.500,00 annui.
In alterativa, il contribuente potrà scegliere di cedere tutto il proprio credito ad un intermediario finanziario (banca, assicurazione, poste ecc…); in questo caso, il contribuente potrà eseguire tutti i lavori senza spendere un euro!

BONUS 50%: l’intervento di sostituzione degli infissi, anche se eseguito singolarmente, permette di accedere al bonus al 50%.
In questo caso il contribuente potrà scegliere di portare in detrazione IRPEF la metà della spesa sostenuta, recuperabile nei successivi 10 anni.
Esempio: totale spesa infissi € 10.000,00 – il contribuente avrà un credito fiscale di € 5.000,00 (ovvero la metà della spesa), da ripartire in 10 anni, quindi € 500,00 annui.
Qualora il contribuente non voglia portare in detrazione tale spesa, potrà avvalersi della cessione del credito tramite la nostra finanziaria. In tale caso, il Cliente avrà diritto a uno sconto immediato in fattura per un importo di circa il 30% della spesa totale.

FINANZIAMENTI A TASSO AGEVOLATO
I nostri Clienti potranno inoltre scegliere la possibilità di avvalersi di varie forme di finanziamento a tasso agevolato.
Il più conveniente riguarda un finanziamento a 12 mesi con tasso anno nominale TAN dello 0%.
Qualora il Cliente scelga un numero di rate maggiore, per un massimo di 60 mesi, potrà invece avvalersi di un TAN agevolato.
Sia in caso di TAN 0% che agevolato, il contribuente potrà cumulare l’iniziativa con i bonus fiscali (sia del 50% che 110%).